Dopo 21 giorni di astinenza dal calcio giocato, mister Giovanni Bucaro ha introdotto la gara tra l'Avellino e la Vis Artena, valevole per la 32esima gara di LND, girone G. Il match in trasferta apre ad una settimana di 3 partite in 7 giorni. "La sosta un po' troppo lunga può nascondere delle insidie  - ha dichiarato Bucaroma non è detto e non deve essere un alibi. Anche senza l'adrenalina della partita noi ci siamo preparati bene per queste tre partite che, nel bene o nel male, possono decidere le sorti di un campionato".

Sul prossimo avversario: "la Vis Artena è una squadra molto propositiva, cerca di fare la partita e di giocare sempre a calcio indipendentemente dal risultato. Sono spensierati e questo può essere per loro una marcia in più".

Sulla formazione: "credo continueremo sulla strada delle ultime partite. Sforzini è migliorato molto anche a livello di condizione, non perché prima non lo fosse però la sosta ha aiutato lui come altri elementi della rosa. Nando è un giocatore di caratura superiore, valutiamo questa soluzione anche dall'inizio. Dondoni? Valuteremo giorno dopo giorno".

Con otto gare alla fine lo sguardo non può che essere rivolto verso la vetta.  "Spero che i risultati di chi ci è avanti ci abbiano caricato, avere la classifica allungata da una gara in meno non è il massimo ma sarà il campo a dire se questa situazione ci ha rafforzati o meno. Indipendentemente dagli altri - ha concluso Bucaro - noi abbiamo il dovere e l'obbligo di dare il massimo per la maglia che portiamo e per i nostri tifosi, dobbiamo provare a vincerle tutte perchè siamo l'Avellino e non possiamo fare altrimenti".