Tocca a Nicola Ciotola introdurre la trasferta di domani tra la Calcio Avellino SSD e l'Anzio Calcio, valevole per la terza giornata di campionato di Serie D, girone G.  "Domenica abbiamo fatto un'ottima prestazione - ha dichiarato - a livello personale sono molto contento anche se il goal non è arrivato, ci riproverò alla prima occasione utile. Abbiamo fatto vedere un grande carattere ribaltando il risultato, ed il fatto che abbiamo chiuso in crescendo dimostra anche che da un punto di vista fisico ci stiamo allineando. Vincere in trasferta sarebbe importante, ma non dobbiamo assolutamente dare niente per scontato perchè il calcio è uguale in tutte le categorie, se ti distrai vieni punito".

Ciotola ha poi presentato il suo modo di giocare ad una piazza che conosce bene: "In questi anni ho giocato in praticamente tutti i ruoli dell'attacco, nasco come esterno ma ho fatto anche il trequartista e la seconda punta, ruolo che ho ricoperto contro l'Albalonga. Sono a disposizione del mister e dei compagni, non farò mai mancare il mio supporto indipendentemente da dove verrò schierato".

Per lui si tratta di un ritorno più che gradito, in una città che lo ha accolto con tanto affetto. "Tornare ad Avellino è stata una grande emozione, conosco bene il valore di una piazza che ha fatto la storia del calcio. Quando mi hanno chiamato non ci ho pensato su due volte. I nostri tifosi sono eccezionali, vedere la curva piena è bellissimo ed anche quando giochiamo fuori casa sentiamo il loro affetto, perchè ci incitano dal primo all'ultimo minuto. Noi ripagheremo dando sempre il massimo, perchè sappiamo di essere l'Avellino e, come tale, dobbiamo assolutamente provare a disputare un campionato di vertice".

Una dedica particolare non può che andare a mister Archimede Graziani, che domattina subirà un intervento all'occhio (tempi di recupero 48-72 ore, potrebbe già tornare in panchina domenica): "la sua assenza uno stimolo ulteriore, sappiamo quanto ci tiene e proveremo a dedicagli una vittoria".