Vigilia della ventisettesima giornata di LND, girone G, al Partenio-Lombardi di Avellino. Ad introdurre la sfida tra la Calcio Avellino SSD ed il Flaminia Calcio è stato il difensore Matteo Dionisi, reduce da un'importante prestazione sulla fascia destra nella vittoriosa trasferta di Sardegna. "A Lanusei abbiamo solo fatto il nostro dovere - ha dichiarato Dionisi - dobbiamo dimenticarci di quella gara e pensare subito alla prossima. Tocca pensare a noi, guardare avversario dopo avversario e fare il massimo".

Sul cambio di mentalità: "non so dire se sia cambiata o meno, quel che è certo è che le ultime partite deludenti hanno portato a compattarci, ci siamo responsabilizzati. Non che prima non lo fossimo, ma abbiamo avuto un'ulteriore iniezione di fiducia e nuovi stimoli".

"La proprietà - ha continuato Dionisi - crede come noi nella rimonta e ce lo dimostra ogni giorno, standoci il più vicino possibile. La stessa cosa stanno facendo i tifosi, che dopo la delusione legittima per i risultati non soddisfacenti ci hanno incitati ed ora remiamo tutti verso la stessa direzione".

L'assenza di Morero responsabilizza tutto il reparto. "Io sono il più anziano - ha concluso Dionisi - ma Dondoni e Capitanio sono maturi e sanno come affrontare queste partite. Per vincere però non dobbiamo ragionare da singolo, ma da squadra e da gruppo: ognuno porterà il suo mattone".